Mappa Comitati – Fare tap sulla regione

La parola ai Master

In questa pagina potete esprimere i vostri pareri, commenti relativi alle gare, ai circuiti, proporre temi di discussione. In pratica un contraddittorio tra di voi.

Ogni commento necessiterà della nostra approvazione. Non per discriminare, ma per evitare inserimenti Off Topic o che contengono ingiurie o commenti volgari…

A voi la parola!

4 comments

  1. Piste sicure.
    Bisogna rendere obbligatorio un servizio di lisciatori specialmente con avverse condizioni meteo.
    Ho collaborato per Guidolin che ha organizza FIS-J-CIT , mondiali FIS e assoluti Italiani.
    60/70 femmine 120/140 maschi, DH,SG,GS, SL.
    6/8 aiutanti al seguito di allenatori, in coppia ogni 4/5 concorrenti… pista quasi perfetta fino alla fine ✅

  2. Ciao a tutti i Master
    ci stiamo avviando alla fine della Coppa Italia e dopo averla seguita abbastanza assiduamente negli ultimi tre anni, mi vengono da fare alcune considerazioni.
    A mio parere si fanno troppe gare, concordo con chi ipotizza 4 fine settimana che possono essere anche “lunghi” comprendendo il venerdì quando si fanno i SuperG, dislocati fra nord e centro-sud + uno per le finali. Da vedere poi se continuare con i Campionati Italiani che valgono anche per la Coppa Italia, io li lascerei fuori dalla Coppa, ma è una mia opinione.
    A me piaceva la Coppa anche quando si disputava una sola gara al giorno, ma volendo fare tutte le discipline e soprattutto permettere alla Soc. organizzatrici di fare cassa, forse questo non sarebbe possibile.
    Si potrebbero spalmare le gare nel seguente modo:
    2 week end lunghi per disputare i SG al venerdi e poi 2 GS il sabato e un solo GS la Domenica.
    2 week end normali per disputare GS +SL al Sabato e 2 GS la Domenica
    Si avrebbero 4 SG, 12 GS e 2 SL, poi da vedere come meglio distribuirli o valutare se aumentare una specialità a discapito di un’altra per rendere il tutto più omogeneo ma lasciando invariato il totale delle gare (18 in tutto + 3 finali). Ho volutamente messo una sola gara di Coppa Italia nei fine settimana lunghi perchè credo che 6 gare in 3 giorni siano abbastanza, ma anche questa è una mia valutazione personale.
    Sulle 18 gare di ammissione, se ne potrebbero considerare utili per il punteggio di ammissione 8 (numero indicativo) sempre con l’obbligo di un risultato in SG o SL.
    E poi la finale al meglio delle 3 gare con il suggerimento per la società organizzatrice di limitarsi ad una sola gara la Domenica per terminare le premiazioni in un tempo che consenta a chi viene da lontano di rientrare ad un’ora decente.
    In sostanza, che possa piacere o no la proposta, la linea guida per la Coppa Italia è quella di limitare i week end ed il numero di gare in modo che un Master possa seguire se vuole, altri circuiti o andare a farsi una sciata sia per allenamento o divertimento.
    Un saluto a tutti
    Paolo Baroni

  3. Massimo Castellani

    Concordo su tutte le considerazioni ed i suggerimenti di Paolo Baroni. I Campionati Italiani li lascerei fuori dalla Coppa.
    Massimo Castellani

  4. Gianpaolo Scaltriti

    Ciao a tutti
    un contributo anche da parte mia alla discussione;
    sono sostanzialmente d’accordo con Paolo Baroni sui 4 fine settimana di cui 2 lunghi nei quali disputare una sola gara alla Domenica che agevolerebbe il rientro di chi è più lontano.
    Spalmerei le gare in modo leggermente diverso da quello indicato da Paolo ovvero:
    2 week end lunghi per disputare 2 SG o GS al venerdi e poi 2 GS il sabato e un solo SL la Domenica.
    2 week end normali per disputare 2 SG o GS al Sabato e 2 GS la Domenica
    le gare restano le stesse ma si evita di fare una giornata con 2 specialità diverse, che comporta sempre casino con i materiali, e se a qualcuno non interessa lo speciale può eventualmente fare un giorno in meno.
    Credo che i 4 week end debbano essere organizzati a turno, nella stagione e nel corso degli anni, nei vari comitati e le finale possano essere organizzate indifferentemente nel giro dei comitati oppure in un posto fisso come ora.
    Sono per i Campionati Italiani al di fuori della Coppa Italia.
    Personalmente terrei valide non meno di 10/12 gare delle 18, sempre con l’obbligo di un risultato in SG o SL, (in alternativa togliere un week end ) al fine di aumentare la partecipazione alla singola gara e far si che per gli atleti ci sia sempre lo scontro diretto con gli avversari.
    Un calendario di Coppa Italia che si limita a 4/5 week end permette di partecipare anche a circuiti regionali e provinciali che spesso sono organizzati su più gare.

    Gianpaolo Scaltriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *