Mappa Comitati – Fare tap sulla regione

Regolamenti Sci Alpino Categoria Master

Regolamenti Master 2018/2019

Come ogni anno vi proponiamo gli stralci dell’agenda nazionale relative ai regolamenti  aggiornati e modificati, sia di interesse generale che specifici per i master, relativi alla stagione entrante 2019.

Le variazioni sostanzialmente investono le tipologie di gara che purtroppo sono state ancora modificate, sicuramente queste novità creeranno all’inizio confusione e sconcerto. Si poteva ridurne il numero senza cambiarne il nome! Avevamo fatto una proposta, ma come spesso succede non è stata recepita. Ma “ça va sans dir” questo è. Le gare master (sempre comunque di categoria) sono state quindi così denominate in  G_MAS, CR_MAS CPI_MAS E CI_MAS. Nel calendario sarà specificato ove saranno ammessi Giovani e Senior (noi di pianeta master specificheremo ancor meglio ove saranno ammessi). Altra importante novità è che da questa stagione chi è master in una gara di categoria non potrà più scegliere di concorrere tra i senior.

Buona Lettura

 

3.1.10 Gruppi e Categorie 

 

3.1.11 Tipologia gare e attribuzione punti

ATTENZIONE MOLTO IMPORTANTE!!!!

Per le gare G_MAS e le CR_MAS, è data facoltà alle società organizzatrici, in accordo con il proprio Comitato Regionale, di poter limitare la partecipazione alla sola categoria Master esclu-dendo di fatto i Giovani e Senior. Per le gare G_MAS / CR_MAS / G_GS / CR_GS è data possi-bilità di poter contingentare sia il punteggio che la partecipazione alla Provincia o alla Regione di appartenenza. Dette possibilità dovranno esser indicate nel regolamento gara, obbligatoria-mente da pubblicare in calendario federale, ed anche nella colonna “NOTE” della gara stessa.

3.1.12 Dislivelli per i tracciati delle gare delle gare Fisi

SLALOM SPECIALE

Il numero dei cambi di direzione deve essere compreso tra il 30% e il 35% del dislivello (con una tolleranza di +/- 3 cambi) con una distanza massima di 13 metri. Per le categorie Children e Pulcini il numero di cambi di direzione deve essere compreso tra il 33% e il 45% con una distanza nelle porte aperte per le gare Children di minimo 6 metri e massimo 10 metri, per le gare Pulcini di minimo 6 metri e massimo 9 metri. Le distanze di queste due categorie sono da intendersi come tassative, salvo casi eccezionali valutati in accordo con la giuria, in cui il numero di cambi potrà sforare il massimo consentito mantenendo possibilmente le distanze. Per la categoria Children le figure verticali (triple o quadruple) devono essere minimo 1 e massimo 2, i pettini (doppie) minimo 2 e massimo 3, le lunghe (banane) minimo 1 massimo 3. Per la categoria Pulcini le figure verticali (solo triple) possono essere massimo 1, i pettini (doppie) minimo 2 massimo 3, le lunghe (banane) non sono previste. Per le categorie Allievi, Ragazzi, Cuccioli, Baby e Superbaby, la larghezza delle porte verticali (doppie, triple, quadruple) deve essere compresa tra 4 e 5 metri.

SLALOM GIGANTE

Per le categorie Cuccioli/Baby e Superbaby m/f il numero delle porte (cambi di direzione) deve essere compreso fra il 15% e il 21% del dislivello del percorso con una distanza massima di 22, tale distanza è tassativa a costo di sforare il numero massimo di cambi di direzione. Per le categorie Allievi/Ragazzi m/f il numero delle porte (cambi di direzione) deve essere compreso fra il 13% e il 18% del dislivello del percorso con una distanza massima di 27 metri, tale distanza è tassativa a costo di sforare il numero massimo di cambi di direzione. Per altre categorie m/f il numero delle porte (cambi di direzione) deve essere compreso fra l’11% e il 15% del dislivello del percorso.

SUPER GIGANTE

Per tutte le gare FISI il numero minimo di cambi di direzione deve essere pari al 7% del dislivello. La distanza tra i pali di curva di due porte successive deve essere di almeno 25 mt. Per tutte le gare Children il numero dei cambi di direzione deve essere compreso tra l’8% e il 12% del dislivello.

3.1.13 Tabella misure materiali per le gare FISI Nazionali – Regionali – Provinciali (esclusi C.I. Children)

 

PRECISAZIONE: è consentito usare anche i materiali come da regolamento FIS, vedi tabella 3.3.16.

Spessore = distanza tra la parte inferiore dello sci e la suola dello scarpone.

Altezza scarpone = distanza tra la suola dello scarpone e la base del tallone.

N.B.: per le categorie Master le specifiche riguardanti lunghezza (eccezione Super G) raggio e larghezza degli sci, devono intendersi quali raccomandazioni. La lunghezza minima degli sci per Super G è obbligatoria.

Per le donne over 55 e per gli uomini over 65 non ci sono restrizione per gli sci per quanto riguarda la lunghezza, larghezza e raggio.

L’atleta Master che partecipa alle gare della categoria Seniores deve rispettarne le misure dei materiali

3.2.10 Master (G_MAS/CR_MAS gare di Categoria con la partecipazione dei Giovani e Senior)

Ordine di partenza 

Per tutte le tipologie delle gare di Categoria: 

Il sorteggio degli ordini di partenza è effettuato per ognuna delle categorie femminili del Gruppo D, per quelle del Gruppo C, per quelle del Gruppo B, per quelle del Gruppo A e a seguire in ordine di punteg-gio FISI la categoria Giovani e Senior. Il primo gruppo all’interno di ogni categoria è composto al massimo da 15 atleti. Tutto il primo Gruppo di ogni categoria deve essere compreso nello spazio di 30 punti Fisi. Normalmente la successione nelle partenze delle categorie è la seguente: tutto il Gruppo D, D13- D12-D11-D10-D9-D8-D7-D6-D5-D4-D3-D2-D1; tutto il Gruppo C, C13-C12-C11-C10-C9-C8-C7 tutto il Gruppo B, B6-B5-B4; tutto il Gruppo A, A3-A2-A1.

La Giuria può decidere differentemente solo se ciò è vantaggioso per le categorie D e C.

Nella seconda manche, per l’ordine di partenza di ogni categoria, s’invertono tanti atleti quanti sono presenti nel primo gruppo, a seguire i rimanenti atleti classificati secondo i tempi ottenuti nella prima manche.

Per le gare G_MAS e le CR_MAS, è data facoltà alle società organizzatrici, in accordo con il proprio Comitato Regionale, di poter limitare la partecipazione alla sola categoria Master escludendo di fatto i Giovani e Senior ed anche di poter contingentare sia il punteggio che la partecipazione alla Provincia o alla propria Regione la partecipazione.

Dette possibilità dovranno esser indicate nel regolamento gara, obbligatoriamente da pubblica-re in calendario federale, ed anche nella colonna “NOTE” della gara stessa.

3.2.10.1 Gruppi Unificati per gare di categoria G_MAS / CR_MAS / CPI_MAS

Unione dei Gruppi: qualora il numero degli atleti iscritti nel Gruppo A o nel Gruppo Giovani/Senior maschile, oppure nel Gruppo D o nel Gruppo Giovani/Senior femminile, fosse inferiore a 6 si procederà alla Unificazione dei Gruppi. Sarà realizzato un unico gruppo maschile comprendente Giovani/Senior e Master A oppure un gruppo femminile comprendente Giovani/Senior e Master D. In caso di Gruppo Unificato si dovrà procedere al sorteggio della lista di partenza con le regole applicate alle gare Master partendo col gruppo D13 per le donne e col gruppo A3 per i maschi ed a seguire in ordine di punteggio FISI la categoria Giovani e Senior F/M. Conseguentemente la classifica finale sarà in funzione dell’Ordine di Partenza a Gruppo Unificato con Ordine di Partenza e Classifica di categoria Senior/Giovani. Le premiazioni resteranno invariate in funzione delle varie categorie.

3.2.10.2 Classifiche

Per l’assegnazione dei punti di organizzazione, di partecipazione, per il calcolo della penalità di gara e dei punti FISI si compilano 6 classifiche:

  • una per il gruppo Master D;
  • una per il gruppo Giovani e Senior Femminile;
  • una per il gruppo Master A;
  • una per il gruppo Master B;
  • una per il gruppo Master C;
  • una per il gruppo Giovani e Senior Maschile.

Le categorie di età appartenenti allo stesso gruppo devono correre sulla medesima pista.

3.2.10.3 Premiazioni

  • consigliata la premiazione di: – prime 5 Società
  •  primi 3 di ogni categoria.

 

3.2.11 Campionati Italiani Master

Tre gare, una di Gigante, una di Slalom ed una di SuperG, valide per l’assegnazione del titolo di Cam-pione Italiano di Categoria. Per ogni specialità riceveranno il Diploma di Campione Italiano tutti i vinci-tori della rispettiva Categoria, inoltre, i migliori tre tempi dei rispettivi 4 Gruppi (A-B-C-D) riceveranno le Medaglie della Federazione.

Salvo diversa disposizione della Giuria:

  • la gara di Slalom Speciale sarà in due manche per tutti i Gruppi;
  • la gara di Slalom Gigante sarà in una sola manche per tutti i Gruppi.

3.2.12 Coppa Italia Master (CPI_MAS gare di Categoria con la partecipazione dei Giovani e Senior)

Circuito Nazionale di Gare CPI_MAS, con la partecipazione dei Giovani e Senior, ma solo le Categorie Master concorrono al titolo.

31 Gare di ammissione, programmate in 7 fine settimana e distribuite fra i principali Comitati Regionali.

Sono comprese le gare dei Campionati Italiani Master.

3 Gare di finale SG-GS-SL, programmate in un unico fine settimana

NB.: le gare di Coppa Italia possono essere spostate di località, nell’ambito della microzona di appar-tenenza, ma per nessun motivo possono essere spostate di data. Per la miglior riuscita della manife-stazione, nel rispetto della data, potrà essere variata la specialità in programma.

Punteggi, in tutte le gare sarà applicata la tabella Coppa del Mondo

Ammissione, per essere nella classifica finale di Coppa Italia è necessario essere presenti in almeno sette (7) classifiche delle gare di ammissione regolarmente organizzate. Di questi sette risultati, alme-no uno deve essere di Slalom o Super Gigante.

La Classifica assoluta, della Coppa Italia Master 2018-19, per ogni atleta e in ogni categoria, sarà ottenuta dalla somma dei migliori risultati ottenuti in nove (9) gare di ammissione, più i punti ottenuti nelle TRE GARE della Finale.

Premiazione Finale, assoluta: In ogni Categoria saranno premiati i migliori tre punteggi della Clas-sifica di Coppa Italia Master 2018-19. Nel caso di parità si terrà conto del miglior punteggio scartato (somma di tutti i punti scartati)

La Classifica di Società: sarà ottenuta dalla somma di tutti i punti ottenuti da tutti i suoi Atleti presenti nella classifica finale (compresi anche quelli scartati).

Premiazione: saranno premiate le prime 10 Società e l’elenco sarà pubblicato nel sito della FISI. Alla Società prima classificata verrà assegnato il Trofeo San Giacomo, con l’incisione della propria deno-minazione sociale, da custodire fino l’assegnazione dell’anno successivo.

La Classifica di Comitato Regionale: sarà ottenuta dalla somma di tutti i punti ottenuti da tutti i suoi Atleti presenti nella classifica finale (compresi anche quelli scartati).

Premiazione: saranno premiati i primi 5 Comitati Regionali con la COPPA FISI.

Se volete scaricarvi la sezione dell’Agenda Nazionale relativa allo sci alpino qui sotto cliccando potrete farlo

3.2.7 Gare Circuito Bancari

Non sono previste gare specifiche di settore, possono partecipare a tutte le gare a calendario, sarà compito degli istituti di Credito o degli Organizzatori selezionare gli appartenenti a questo specifico settore.

3.2.8 Trofeo delle Società

Serie di gare di slalom gigante per squadre di Società.

Nella fase Nazionale ogni Società potrà schierare un massimo di 22 atleti così suddivisi:

SEI – Giovani e Seniores, m/f, (è facoltà di ogni singola Società scegliere fra maschi e femmine, tra Giovani e Seniores.)

DODICI – Master tra i Gruppo A / B / C (è facoltà di ogni singola Società scegliere quanti atleti schierare all’interno dei 3 Gruppi).

QUATTRO – Master D

Classifiche, per il calcolo Punti FISI e Organizzazione, come per tutte le gare di Categoria, saranno compilate SEI classifiche: Giovani e Seniores f; Master D; Giovani e Seniores m; Master A, Master B e Master C.

Calcolo della Graduatoria: dalle classifiche di ogni Categoria, per ogni Società, in ogni gara e in ogni fase, saranno sommati i migliori 15 punteggi acquisiti dai propri atleti, indipendentemente dal sesso o dalla categoria, come da Tabella T3_300.

  1. fase Provinciale, riservata ai Comitati Regionali che la ritengono necessaria, una gara per Provincia per stabilire le Società da ammettere alla finale Regionale. Ogni Regione stabilisce il contingente per ogni Provincia. 
  1. fase Regionale, una gara di gigante da svolgere in una o due giornate gara divise fra Giovani/Se-niores e Master. Completamente a discrezione di ogni Comitato Regionale che può svolgerle anche in località diverse.

          N.B. Nelle fasi Provinciale e Regionale ogni Comitato Regionale adeguerà i criteri di partecipazione numerica degli atleti in base                             alle proprie esigenze e necessità, fermo restando che, per la determina-zione della graduatoria di Società, saranno sommati i                           migliori 15 punteggi acquisiti dai propri atleti, indipendentemente dal sesso o dalla categoria, come da tabella T3_300.

  1. fase Nazionale, esclusivamente in due giornate. Sarà compito dell’organizzatore della finale pre-disporre piste e percorsi, in modo che sullo stesso tracciato, per ognuna delle 5 classifiche, non vi siano più di 180 concorrenti.

Ogni Comitato comunicherà a FISI Commissione Master e alla Società organizzatrice della fase Nazionale, i nominativi delle Società qualificate in base alla graduatoria della fase regionale secondo il contingente assegnato, più un massimo di 5 Società di riserva, le quali potranno subentrare, sempre secondo l’ordine di classifica conseguito nella fase regionale, sia in caso di rinuncia di una o più Società qualificate del proprio Comitato sia in caso di eventuali aumenti dei contingenti di partecipazione. Partecipa di diritto ed extracontingente la Società organizzatrice della Finale.

Premiazioni: saranno premiate le prime 10 Società e il loro nome sarà riportato in apposita sezione del sito federale.

 

3-SCI ALPINO

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *